L’ecografia toracica è un esame diagnostico che produce delle immagini, tramite la rilevazione delle onde sonore riflesse nell’organismo di cuore, polmoni, vie respiratorie, ossa dello sterno, della schiena e vasi sanguigni, presenti appunto nella gabbia toracica.

Quando viene eseguita una ecografia toracica?

L’ecografia toracica viene soprattutto eseguita quando una persona soffre di dispnea, ma anche quando soffre di tosse grave e/o persistente, dolori al petto, dolore toracico da trauma o febbre.

Mediante un’ecografia toracica, è possibile per un medico analizzare:

  • I polmoni: un’ecografia toracica permette di diagnosticare differenti patologie come le infezioni polmonari, fibrosi cistica, carcinomi polmonari, enfisema polmonare, ecc.
  • Il cuore: è possibile individuare eventuali anomalie o malformazioni cardiache, come per esempio patologie valvolari o un tamponamento cardiaco.
  • I vasi sanguigni: possono individuarsi dei difetti dei vasi che collegano il cuore ai polmoni o ai vari organi del corpo.

Con un’ecografia toracica è inoltre possibile controllare la presenza di depositi di calcio nei vasi sanguigni, le ossa in caso di fratture o i cambiamenti a livello cardiaco post-intervento cardiaco o polmonare.

L’ecografia toracica è un esame invasivo?

Durante la procedura, la riproduzione del torace avviene per attraverso uno strumento che emette radiazioni ionizzanti ad alta energia. A dosi basse come nel caso di un’ecografia toracica, possono essere pericolose solo se l’esposizione e prolungata o ripetute regolarmente. A dosi elevate invece, sono nocive per qualsiasi essere vivente.

L’ecografia toracica è quindi un esame diagnostico privo di pericolosità e solo una minima parte invasiva.

Come viene eseguita un’ecografia toracica?

Verrà chiesto al paziente di togliere gli abiti e di stendersi su di un lettino in posizione supina con le braccia incrociate dietro la testa. Verrà successivamente spalmato un gel sull’area interessata, che verrà esaminata con una specifica sonda. Durante la procedura, infine, è possibile che venga chiesto al paziente di cambiar posizione in modo da visualizzare al meglio le aree interessate, di tossire o di inspirare.

Se riscontrate uno di questi sintomi o volete semplicemente prenotare un esame diagnostico presso il nostro centro, clicca qui!

Cookie Policy -  Privacy Policy