La differenza tra un esame RM o RX non è sempre scontata, anzi è probabilmente uno dei fraintendimenti più comuni nel sistema sanitario.  

Come possiamo capire quale esame diagnostico, tra i due proposti, è più adatto alle tue necessità?

Il gruppo di professionisti del Centro Medico Radiologico Borgomanero è pronto a illustrarti tutte le informazioni necessarie.

Informazioni utili sulla radiografia

Partiamo dalla definizione: una radiografia o RX utilizza delle radiazioni elettromagnetiche (di tipo X) e viene solitamente prescritta dal medico in caso di possibile o effettiva frattura delle ossa per constatare l’entità del danno subìto.

Il suo funzionamento può sembrare complesso ma possiamo immaginarlo come una stampa fotografica del nostro apparato: i raggi ionizzanti che attraversano il nostro corpo fissano un’impronta sulla pellicola che mostrerà lo stato di salute delle nostre ossa. L’immagine in negativo si crea perché i raggi X che attraversano i diversi tessuti vengono assorbiti in maniera differente dal nostro corpo.

Si tratta di una procedura indolore e molto rapida: il paziente dovrà solo indossare un camice ospedaliero ed avvicinarci alla lastra, cercando di restare il più possibile immobile.

Una volta concluso l’esame, il radiologo del Centro Medico Radiologico Borgomanero analizzerà i dati, comunicando al paziente il referto.

Informazioni utili sulla risonanza magnetica

 Una risonanza magnetica o RM è una tecnologia più recente rispetto alla TAC o alla radiografia e non prevede l’utilizzo di radiazioni o di raggi X ma che si basa sulla fisica dei campi magnetici.

Si tratta di una procedura abbastanza semplice: il paziente si sdraia su un lettino in posizione supina e viene inserito in un “tubo” aperto alle estremità nel quale viene sottoposto ad un forte campo magnetico.

Grazie a questo procedimento i nostri protoni acquistano energia e seguono l’andamento del campo magnetico. Una volta che quest’ultimo viene spento, gli atomi tornano a muoversi nella direzione originale emettendo così un segnale che verrà intercettato per creare un’immagine. Il referto, rappresentato su diversi piani (sagittale, coronale e assiale), sarà molto più dettagliato rispetto a quello di un esame RX.

La procedura non comporta alcun rischio per l’essere umano che a seconda del caso, potrà anche ripetere l’esame a breve distanza di tempo.

La risonanza magnetica viene solitamente effettuata per esaminare i diversi organi, lo scheletro o le articolazioni, a seconda della patologia presentata dal paziente.

Al CRM di Borgomanero siamo specializzati nella RM articolare aperta, che permette di analizzare la condizione dell’apparato muscolo- scheletrico senza incrementare l’ansia del paziente (specialmente in caso di claustrofobia, paura degli spazi chiusi).

Avete bisogno di maggiori informazioni? Per prenotare un appuntamento potete contattare il nostro centralino al numero: +390332 81702 o scrivere una mail all’indirizzo: info@cmrborgomanero.it

Cookie Policy -  Privacy Policy