Può capitare a tutti, nella vita, di avere problemi intestinali. L’intestino è il cuore della salute.

Il tratto gastro intestinale è un vero e proprio ecosistema, caratterizzato da un elevato grado di biodiversità. Quando si altera, si verifica una disbiosi, la quale può:

  • Danneggiare le cellule intestinali;
  • Provocare alterazioni del transito e della fermentazione;
  • Alterare la risposta immunitaria;
  • Generare metaboliti tossici.

I sintomi legati a questi disturbi sono diversi, a causa delle molteplici fonti di origine.

I pazienti che si rivolgono al Centro Medico Radiologico Borgomanero solitamente si presentano con dolori addominali , un’alterazione dell’alvo accompagnata da diarrea e stitichezza, nei casi peggiori con la rilevazione di sangue nelle feci.

Presentiamo nel corso dell’approfondimento gli esami diagnostici per identificarle i problemi intestinale e lo svolgimento dell’ecografia in ottica di prevenzione.

Quali esami per la diagnosi dei problemi intestinali

L’esame primario da svolgere in causa di problemi intestinali è sicuramente il prelievo del sangue, il quale consente di individuare un’eventuale alterazione nell’emocromo o dei fattori di infiammazione.

I pazienti che lamentano un’addominalgia, diarrea e gonfiore, potrebbero avere una celiachia ed è possibile procedere con la ricerca di anticorpi per questo tipo di patologia.

Tra i primi campanelli di allarme che potrebbero portarti a svolgere il prelievo del sangue sono:

  1. Gonfiore intestinale. Il gonfiore addominale è una situazione che crea situazioni di disagio dovuta alla presenza di aria in eccesso;
  2. Mal di pancia. Può essere continuo oppure alternarsi a fasi più acute e di remissione;
  3. Intestino pigro. L’irregolarità porta con sé conseguenze che possono influire anche sull’umore e sul sonno;
  4. Diarrea;
  5. Irregolarità intestinale. Stitichezza, diarrea, meteorismo, gonfiore intestinale: la perdita della regolarità intestinale può incidere sullo stato di benessere e sulla qualità della vita. 

L’ecografia delle anse intestinali

L’ecografia delle anse intestinali si esegue con particolari sonde ed è simile a una normale ecografia dell’addome.

I professionisti del Centro Medico Radiologico Borgomanero cercheranno ispessimenti o dilatazioni delle anse intestinali e ne valuteranno la mobilità e la comprimibilità.

L’esame è indolore ma se viene effettuato su un’area infiammata, la sensazione di dolore può essere leggermente più intensa. La durata dell’ecografia è variabile, raggiungendo un tempo massimo di 20 minuti.

Il giorno precedente l’ecografia delle anse intestinali, va seguita una dieta alimentare leggera; il giorno stesso dell’esame bisogna essere a digiuno da cibi solidi da circa 5/6 ore senza però sospendere eventuale terapie; è consentita una normale idratazione con acqua naturale.

Avete bisogno di maggiori informazioni sull’ecografia delle anse intestinali?

Per prenotare un appuntamento potete contattare il nostro centralino al numero: +390332 81702 o scrivere una mail all’indirizzo: info@cmrborgomanero.it

Cookie Policy -  Privacy Policy