Avete mai sentito parlare della teleradiografia al cranio?

Si tratta di una radiografia della testa che viene realizzata al fine di ottenere delle misurazioni precise delle diverse strutture e caratteristiche del cranio.

Una procedura diagnostica eseguibile da tre angolazioni: latero-laterale, postero-anteriore e assiale ed è molto utile perché consente di ricostruire immagini da cui ottenere misurazioni delle diverse strutture e caratteristiche.

Scopriamo maggiori dettagli nel corso dell’approfondimento dedicato.

A che cosa serve la teleradiografia

La teleradiografia è indicata e permette di scoprire alterazioni dello splancnocranio o malocclusioni dentali. Si tratta di un esame indicato sia per adulti che per ragazzi.

Viene molto spesso richiesta in campo odontoiatrico per verificare la correttezza di tutte e due le arcate dentarie dei pazienti: occorre capire, infatti, se i denti si trovano nella posizione più appropriata rispetto alle ossa.

In caso di morso inverso o di malocclusione, a quel punto, si può intervenire con più facilità e precisione.

Informazioni utili per lo svolgimento della procedura diagnostica

La teleradiografia al cranio non richiede alcuna preparazione utile da parte del paziente. L’unica accortezza che viene richiesta consiste nel non indossare oggetti metallici al capo e al collo.

In modo particolare, vanno tolti gli orecchini, altri monili, i piercing soprattutto a ridosso della lingua.

Tutti i pazienti possono essere sottoposti a teleradiografia del cranio, fatta eccezione per le controindicazioni all’esposizione ai raggi X (sostanzialmente, la gravidanza).

Modalità di svolgimento della procedura

Il paziente che ha necessità di sottoporsi allo svolgimento della teleradiografia al cranio indosserà un grembiule di piombo per schermare il resto del corpo dalle radiazioni. Dopo di che, presso il Centro Radiologico Borgomanero sarà fatto posizionare in piedi all’interno di un apparecchio chiamato craniostato, che grazie a due prolungamenti che si vanno a inserire ciascuno in un orecchio consentono di assumere la posizione corretta e di mantenerla per tutta la durata dell’analisi. Lo sguardo deve essere orientato in avanti, i denti stretti e le labbra morbide. Per raggiungere la postura più corretta il paziente può essere invitato a deglutire e a mantenere le arcate dentarie nella posizione raggiunta. A questo punto non resta che rimanere immobili per un massimo di 15 secondi, fissando in avanti.

Chiama il Centro Medico Radiologico Borgomanero per prenotare la teleradiografia al cranio, cliccando qui

Cookie Policy -  Privacy Policy