I testicoli sono gli organi sessuali primari dell’apparato riproduttore maschile, fondamentali per la secrezione degli spermatozoi e degli ormoni sessuali.

Risiedono nello scroto, ossia una sacca di tessuto fibro-muscolare, che prende posto tra le cosce dell’uomo. Nell’articolo di oggi approfondiremo con gli esperti di CMR Borgomanero l’importanza dello svolgimento dell’ecografia ai testicoli: un esame che permette di visualizzare il contenuto interno, in ottica di prevenzione dell’insorgenza di importanti patologie.

Lo svolgimento dell’esame

Presso il Centro Radiologico Borgomanero, i pazienti hanno la possibilità di svolgere l’ecografia testicolare, grazie a un servizio specializzato. SI tratta di una procedura non invasiva e assolutamente indolore, la quale grazie all’utilizzo di alcune onde sonore consente di visionare l’apparato genitale maschile.

Gli ultrasuoni che vengono emessi sono assolutamente innocui per l’uomo. Nello specifico, al paziente viene richiesto di sdraiarsi e rimanere in piedi per circa 10-15 minuti.

A seguito dell’applicazione di un gel sulle borse scrotali e le zone anatomiche vicine, i nostri specialisti appoggeranno e muoveranno la sonda collegata all’ecografo, visionando le aree interessate, con immagini dettagliate e definite.

L’importanza in ottica di prevenzione

Un’ecografia testicolare può essere utile all’osservazione e individuazione di anomalie a carico dei testicoli, delle strutture interne allo scroto come epididimo, arterie e vene che irrorano i testicoli e i dotti deferenti.

Nello specifico, è la soluzione per:

  • Verificare eventuali rigonfiamenti o masse anomale;
  • Scoprire le cause di un dolore persistente o un gonfiore;
  • Identificare le condizioni di idrocele (ossia la presenza di liquido attorno al testicolo), ematocele, spermatocele (una cisti piena di liquido situata sui dotti del testicolo) o piocele;
  • Valutare gli esiti di un trauma subito a livello scrotale;
  • Diagnosticare episodi di torsione testicolare, condizioni di varicocele (uno stato patologico in cui il sistema venoso vasale testicolare risulta compromesso) eventi di criptorchidismo ed ernie scrotali;
  • Escludere una possibile infertilità.

Valutazioni a seguito dell’ecografia

I parametri analizzati dagli specialisti in fase di esecuzione dell’ecografia sono la sede dei testicoli, il volume testicolare, l’ecogenicità, la vascolarizzazione e la valutazione delle strutture che confinano con il testicolo.

I sintomi e i segni che possono richiedere lo svolgimento dell’ecografia testicolare.

  • Presenza di testicolo gonfio
  • Presenza di un grumo anomalo all’interno dello scroto (non per forza associato a uno dei testicoli)
  • Presenza di liquido insolito all’interno dello scroto
  • Emospermia (emissione di sperma con sangue)
  • Dolore persistente allo scroto

L’ecografia ai testicoli permette di ottenere una diagnosi di un’eventuale problematica, senza ripercussioni sull’organismo e nessuna forma di stress psicologica e fisica da parte dei pazienti. Contattaci per maggiori informazioni

Cookie Policy -  Privacy Policy